content= Veronesi LN: la sinistra è nazista rossa   Lega Nord Padania Saronno  leganord
HOME
Lega Nord - Lega Lombarda per l'Indipendenza della Padania  

LEGA NORD PADANIA
Saronno

 

Comuni & Sezioni

Saronn
Caronn Pertusella
Ubold
Links Altre Sezioni
RSS Feed

                 

Lega Nord Padania

Lega Nord
Giovani Padani
Lega Lombarda
Padania Office
Sindacato Padano
Sport Padania
Parlamento del Nord
Lega in Parlamento

                 

Informazione

la Padania
Il Federalismo
Qui Lega
Lega Nord Flash
Stampa Lega Nord
Radio Padania Libera
Telepadania

                 

Cerca Articoli a cura delle Sezioni


Ricerca degli Articoli per parole chiave
Se non trovi, clicca qui

                 

Dazi contro la Cina

                 

Edicola

Archivio 2002-2008
Archivio 1997-2001
Ascolta RPL
Foto
Musica
Download

                 

NO Turchia in UE

Approfondimenti sul NO all'ingresso della Turchia in Europa

                 

Contatti

Segreteria provinciale
Links

                 
 
    Saronno, leganord

 
  Stampa questa pagina    Condividi:

Veronesi LN: la sinistra è nazista rossa


Angelo Veronesi, Lega Nord per l´Indipendenza della Padania di Sarònn

Siamo di fronte a gente che vuole creare ad arte destabilizzazione e disordine usando a pretesto un evento sportivo. Se non ci fosse stato questo evento, avrebbero comunque preso a pretesto un qualsiasi gazebo leghista per far partire la protesta già organizzata da tempo. A dimostrazione del fatto che siano tutti pretesti, sono apparse addirittura scritte ingiuriose contro cittadini insigniti alla memoria di benemerenze civiche che non possono nemmeno più difendersi dalle offese della sinistra cialtrona di Saronno. Ogni pretesto è buono per creare disordine e tensione ed i partiti politici di sinistra che sono presenti in Consiglio Comunale non sono capaci di fare niente altro che gettare benzina sul fuoco col chiaro intento di favorire gli anarchici, come del resto la sinistra ha sempre fatto durante gli ultimi cinque anni.

Gli anarchici sponsorizzati dalla sinistra creano ad arte situazioni contraddittorie seguendo la peggiore teoria della rivoluzione di Lenin che nel 1920 sosteneva come la rivoluzione fosse sempre il risultato di un intreccio di contraddizioni tra loro assai diverse, che finiscono col lacerare lo schieramento degli stessi "sfruttatori" e col provocare "una crisi di tutta la nazione". Mescolare ad arte un evento sportivo con la fascia tricolore è solo una di queste contraddizioni che vorrebbero sfruttare per dividere la maggioranza.

Non si può che spiegare in questi termini quanto sta accadendo a Saronno.

Anarchici e sinistra sono alleati insieme per tentare di vestire un evento sportivo organizzato da un'associazione riconosciuta dal C.O.N.I. come se fossero le Olimpiadi Naziste del 1936.

Hanno preso come pretesto l'evento organizzato nel Pala Dozio da un'associazione sportiva, ma sicuramente avrebbero trovato altri pretesti. Sarebbe stato sufficiente il prossimo gazebo della Lega per organizzare una protesta trovando altri pretesti e altri argomenti. I tempi della protesta erano già organizzati e i pretesti sono assolutamente faziosi e bugiardi.

Da anni gli anarchici e i partiti di sinistra saronnesi stanno attaccando la Lega affibbiando ai leghisti l'epiteto di fascisti. Il primo episodio clamoroso è stato quando gli anarchici hanno organizzato una contro-manifestazione per interrompere un gazebo che avevamo organizzato in piazza Saragat per sensibilizzare l'amministrazione di sinistra sul problema sicurezza.

Gli anarchici e la sinistra, comprendendo in questo anche il PD, da anni ci attaccano anche in Consiglio Comunale contestando come anti-costituzionale addirittura il nome del nostro movimento: Lega Nord per l'Indipendenza della Padania. Mi chiedo cosa ci sia di costituzionale negli statuti dei partiti di sinistra quando sostengono che si oppongono alla proprietà privata, alla famiglia naturale, all'autonomie delle Regioni e aboliscono le Province.

Dicono di essere a favore della democrazia, ma hanno più volte organizzato manifestazioni contro i nostri gazebo, tentando di imporci un bavaglio. Hanno addirittura organizzato una contro-manifestazione al comizio dell'on. Matteo Salvini, tentando di interrompere un comizio elettorale, fatto gravissimo.

L'episodio di interruzione del consiglio comunale è solo una delle ultime trovate di questi personaggi che sono sempre gli stessi da anni e che ormai conosciamo sia di faccia sia di nome.

La sinistra presente in Consiglio Comunale non si è certo stracciata le vesti, anzi ha continuato a provocare raccontando bugie per esacerbare gli animi.

La sinistra bugiarda si è inventata addirittura delle variazioni al bilancio negative sulle scuole e sul sociale, quando invece sono semplici ritocchi ad un bilancio di previsione che proprio la sinistra ha stilato prevedendo in modo scorretto di spendere più di quanto fosse lecito prevedere. E' colpa della sinistra che non ha saputo fare bene i conti se oggi sono state ritoccate le loro previsioni sbagliate. A due mesi da fine anno è vera sicumera quella di affibbiarci l'epiteto di bugiardi e conta balle. E' quanto di più ignorante si possa fare: la sinistra non conosce nemmeno il bilancio che ha preparato lei stessa, o forse la sinistra conosce così bene il bilancio perchè lo ha scritto male appositamente perchè già presupponeva che i cittadini l'avrebbero cacciata a sonore pedate dal Comune. Questa è solo l'ulteriore prova del fatto che vi siano contraddizioni create ad arte anche dal PD, seguendo la teoria leninista.

Il Movimento Cinque Stelle non è stato da meno e non solo non ha speso una parola sul fatto che il Consiglio Comunale sia stato interrotto, ma addirittura si è scagliato contro alcuni consiglieri che hanno osato alzare la voce per chiedere di far uscire chi interrompeva il consiglio comunale. Il diritto di parola sta solo da una parte politica. Abbiamo finalmente capito da che parte tira il Movimento Cinque Stelle a Saronno.

Scritte e minacce sono apparse in tutta la città contro un sindaco eletto dai cittadini con il 60% dei voti affibiandogli l'epiteto di nazista ed amico dei nazisti, variazione sul tema.

Queste non sono certo azioni appartenenti a chi dice di essere democratico e a chi dice di difendere la Costituzione. Sono azioni da veri nazisti rossi che meritano solo di essere condannate: impedire l'espressione di idee diverse dalle loro, segnalare con scritte le case dei leghisti come se fossimo ebrei da perseguitare, interrompere comizi elettorali e gazebo, consigli comunali, creare disordini e raccontare bugie per alimentare disagio e disordine.
  
Inserito da Veronesi per la Sezione
 

in data 7/11/2015, 8:52

Modifica questo articolo  

 

Focus


RSS Feed


                 

Aderisci


ADERISCI ALLA LEGA Aderisci alla Lega Nord
ADERISCI AI GIOVANI PADANI

Aderisci ai Giovani Padani

                 

Propaganda


                 

Segreteria Provinciale LN Padania di Varese

Segreteria provinciale Lega
Archivio Comunicati Stampa Provinciali fino al 2007
Archivio articoli 2002-2008
(vecchio sito)

Archivio 1997-2001

                 

Enti Locali

Enti Locali Padani Provinciali
Richiedi Password

PadaniaOffice, supporto x consiglieri comunali

                 

Foto



Ricomincia

                 

Operatori

Inserisci/Cancella

GREEN RIBBON FOR PADANIA

                 

MGP

GIOVANI PADANI

                 

Lega Nord per l'Indipendenza della Padania Provincia di Varese, v.le Magenta 5 - tel 0332.24.27.29 fax: 0332.23.13.75
PADANIA FREEDOM CAMPAIGN
MADE IN PADANIA

Segreteria Provinciale LN Varesotta

Master Sitee: Angiol Verones, Grafega: A. Bariatt

HOME Segreteria Provinciale Lega Nord Padania